IV Rapporto sull'economia del mare.
Cluster marittimo e sviluppo in Italia e nelle regioni.
FDM - Censis, 2011.
Milano, Francoangeli.

Presentato sotto l'alto patronato della Presidenza della Repubblica.



Riposizionamento dinamico è il concetto che meglio esprime il processo in atto nel cluster marittimo italiano nell’attuale fase di turbolenza dei mercati. La crisi economica iniziata nel 2008 ha lasciato segni negativi anche nei diversi comparti marittimi, che nel complesso tuttavia sembrano reggere alle sfide della globalizzazione, contribuendo con quasi 40 miliardi di euro in beni e servizi e 480mila addetti, tra diretti e indiretti, alla formazione di oltre il 2,6 % del Prodotto interno lordo nazionale e al 2% dell’occupazione complessiva.

Il IV Rapporto sull’economia del mare propone un’analisi dettagliata della struttura e della competitività dei differenti segmenti che compongono il cluster marittimo, cercando di delineare uno scenario di breve periodo utile per capire le possibili evoluzioni di questa componente rilevante dell’economia italiana e per individuare adeguate policy di sostegno. I trasporti marittimi e l’industria armatoriale, la portualità ed i servizi logistici connessi, la cantieristica navale, il settore delle imbarcazioni da diporto, la pesca e gli organismi istituzionali che svolgono attività di difesa, amministrazione, coordinamento, previdenza e sicurezza in campo marittimo vengono analizzate nel dettaglio.

Il Rapporto propone inoltre per la prima volta, in linea con il crescere dell’attenzione al processo di decentramento, un focus sulle attività marittime a livello regionale, con alcuni approfondimenti su Liguria, Friuli -Venezia Giulia, Campania e sulla Sicilia.

Visualizza la Pubblicazione »


Link al sito dell'editore Franco Angeli »

Per visualizzare la pubblicazione occorre aver installato Adobe Acrobat Reader 6.0 o superiore

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa